Tag Archives: parlamento

Perchè un governo serve

29 Mar

E’ un periodo buio nel mondo occidentale, è un periodo ancora più oscuro per il nostro Paese.

Questo Post di apertura per chiarire, nel nostro piccolo, un concetto che a chi siede tra i banchi delle nostre aule parlamentari dovrebbe apparire scontato ed elementare ma che pare non essere così.

Sappiamo tutti quanto sia grigio il panorama dell’informazione in Italia e credo che nessuno di noi senta il bisogno di ulteriore disinformazione.

Dico subito che non voglio criticare il M5s, perchè io credo che non solo meritino rispetto per ciò che rappresentano ma sopratutto credo che le persone che ieri lo hanno votato e che oggi lo rappresentano in larga parte siano persone come me, come la gran parte di noi; persone stanche di essere trattate come sudditi piuttosto che come Cittadini.

Abbandono adesso questa doverosa premessa per affrontare il nocciolo della questione, ieri ho sentito Beppe Grillo ed i suoi esponenti ripetere in diverse occasioni che il Parlamento può lavorare e legiferare anche senza un Governo, che può farlo anche perchè in carica c’è il Governo Monti.

la nostra è una Repubblica parlamentare ma non è così che funzionano le cose secondo la nostra Costituzione, ma vediamo nel dettaglio ed in modo semplice cosa dice a riguardo la nostra Carta Costituzionale:

Articolo 92: Il Governo della Repubblica è composto del Presidente del Consiglio e dei Ministri, che costituiscono insieme il Consiglio dei Ministri,  Il Presidente della Repubblica nomina il Presidente del Consiglio dei Ministri e,  su proposta di questo, i Ministri.

Questo breve articolo ci dice che il Governo è un elemento Istituzionale riconosciuto dalla Costituzione al Pari del Parlamento, del Presidente della Repubblica, Della Magistratura e così via. 

Articolo 93: Il Governo deve avere la fiducia delle due Camere.  Ciascuna Camera accorda o revoca la fiducia mediante mozione motivata e votata per appello nominale. Entro dieci giorni dalla sua formazione il Governo si presenta alle Camere per ottenerne la fiducia.

Il Passaggio alla fiducia è un momento fondamentale perchè un governo possa operare, senza questo passaggio il Governo non si insedia.

Articolo 95: Il Presidente del Consiglio dei ministri dirige la politica generale del Governo e ne è responsabile. Mantiene l’unità di indirizzo politico ed amministrativo, promuovendo e coordinando l’attività dei ministri.

Insomma è il Governo che da l’indirizzo Politico al Parlamento ed è lo stesso Governo che ne indirizza l’attività legislativa. Il Governo è quindi una parte essenziale delle Istituzioni e non si può ignorarne l’esistenza o meno.

In base alla prassi costituzionale l’attività del Governo uscente  è limitata all’ordinaria amministrazione: l’esecutivo può compiere gli atti di esecuzione delle leggi vigenti, ma deve astenersi da tutti gli atti che implicano discrezionalità politica, tutto questo per rispetto della sovranità popolare che nel frattempo ha espresso una nuova maggioranza differente da quella che lo ha sostenuto.

Il governo dimissionario resta in carica fino al giuramento del nuovo governo, che entro dieci giorni dal decreto di nomina del nuovo presidente del Consiglio si presenta alle Camere per ottenere la fiducia delle stesse.

L’ipotesi paventata da Beppe Grillo potrebbe funzionare se venisse “Rinnovata” la fiducia all’attuale Governo.

Personalmente nutro numerosi dubbi sul fatto che ci sia una sola forza Politica in Parlamento oggi che non sia la Lista Civica per l’Italia disposta a votare la Fiducia.

Ed allora siamo punto ed  a Capo, Ci serve un Governo, questo Governo Deve avere la Fiducia del Parlamento altrimenti è la Paralisi Istituzionale.

Fabik

Annunci

Io non uscirei mai, sì, per negligenza, un affronto non ben lavato, la coscienza, gialla ancor di dormita, nell'angolo dell'occhio, con l'onore gualcito, gli scrupoli in ginocchio, ma io proceso e sono, in piena lucentezza, piuma d'indipendenza, pennacchio di franchezza.

CodiceSociale

Se è illegale per un uomo provvedere a se stesso, come si può pretendere da lui che resti nel giusto…?!